olympia Iron 29

  • olympia
  • IRON 29
  • nero
  • Carbon monocoque T1000, T800S, M40J
  • S,M,L
  • sram x0; shimano xtr
  • ztr

031 692173

Premiata con l’EXPOBICI Design Award 2014 per l’innovazione, Iron è la nuova aggressiva proposta dedicata all’XC. Il telaio presenta linee di forte carattere: è una bici “super corsaiola”, come si direbbe in gergo. L’utilizzo di una forcella rigida RaceTrim o RS-1 a steli rovesciati di Rock Shox la rende perfetta anche per le Marathon. Colpisce subito la sagomatura dei tubi principali e la forte nervatura che disegna il triangolo ad eccezione dei posteriori bassi. La scelta ha fi ni estetici e di alleggerimento e, soprattutto, dà super rigidezza. “Rigidezza 3D”, la chiamano in Olympia, perché grazie al disegno dei suoi tubi, la struttura off re rigidezza ottimale sui tre principali piani: longitudinale, trasversale, sagittale. I nodi sterzo e scatola movimento sono importanti: li caratterizza un corto fazzoletto di raccordo, che unisce il diagonale/sella e l’orizzontale/sella. Due “pinnette” che si richiamano, per un gioco estetico d’impatto. Da notare la scelta di dislocare il tubo sella, che non è perfettamente in linea con la scatola movimento ma leggermente avanzato verso lo sterzo. Questa soluzione aumenta lo spazio posteriore per il passaggio ruota e recupera millimetri preziosi di posizione in sella, quando si alza il reggisella (da 27,2 tra l’altro, per non incidere sul peso). Realizzato monoscocca, il telaio Iron è prodotto con fi bre di carbonio T1000, M40J e T800s. Alla base della sua estrema leggerezza (1050 g in taglia S) c’è la T1000, il cui altissimo carico di rottura consente di utilizzare meno materia prima, alleggerendo il telaio senza incidere sulla resistenza della struttura. La fi bra M40J (in corrispondenza dello sterzo e in combinazione con la T800s) è peculiare per il suo altissimo modulo specifi co, del 65% maggiore di quello della T700, più comunemente usata.